Volontari ANTEAS Rossano

IO NON SONO SOLO, PROGETTO CHE PRODUCE SOLIDARIETÀ

Tempo di lettura: 2 minuto/i

Anteas chiama a raccolta nuovi volontari. Intanto da lunedì ripartono tutte le attività di assistenza

 

In quasi dieci mesi di attività di volontariato a servizio dei più bisognosi, di anziani e disabili, volto ad abbattere le barriera della solitudine domestica e dell’indifferenza, chi ha lavorato al progetto Io non sono solo, promosso da Anteas Rossano nel quadro del piano regionale di interventi e servizi per il sociale, ha scoperto che Corigliano-Rossano ha anche un tessuto sociale che chiede incessantemente aiuto a fronte, però, di una scarsa capacità di dare risposte. Sono in tanti, dalla Chiesa al Comune per finire alle tante associazioni di volontariato, a garantire con merito supporto a chi non ce la fa e a chi rischia di rimanere indietro ma evidentemente serve più solidarietà e mutuo soccorso. Da qui il nostro appello a tutti i cittadini di buona volontà ad impegnarsi e a dare di più in termini di tempo e servizio a chi ha bisogno.

È quanto fa sapere il gruppo di soci attivi dell’Associazione nazionale per la Terza Età Attiva per la Solidarietà (ANTEAS) di Rossano che nell’ottobre 2019 hanno avviato con successo il progetto di accompagnamento, consegna farmaci a domicilio e sostegno alle persone in difficoltà che è subito diventato punto di riferimento per la comunità di Corigliano-Rossano.

Siamo contenti – fanno sapere i soci attivi di Anteas – del successo riscosso dal progetto Io non sono solo. Abbiamo fatto centinaia di interventi in questi mesi e abbiamo fatto servizio anche nel lungo periodo di lockdown, dando il nostro sostegno alla macchina operativa della Protezione civile. Ci siamo accorti, però, che a fronte di tante richieste d’aiuto in città c’è una scarsa capacità di risposta solidale. E questo non per mancanza di una rete sociale pubblica che, anzi, grazie alla Chiesa diocesana e all’Amministrazione comunale è sempre operativa. Il vero problema è che l’apparato del volontariato non è sufficiente. Da qui il nostro appello a tutti i cittadini che vogliano impegnarsi attivamente per il sociale. La nostra associazione è da sempre aperta nell’accogliere il dinamismo di giovani e meno giovani, che insieme possono creare una grande squadra di aiuto ai bisognosi. Nelle ultime settimane abbiamo iniziato a lavorare anche su questo aspetto e crediamo di poter presto raggiungere nuovi risultati.

Intanto dal prossimo lunedì 24 agosto, dopo una brevissima pausa estiva che comunque non ha mandato in ferie il servizio di accompagnamento a bordo dell’auto attrezzata, riprenderanno a pieno regime tutte le altre prestazioni assicurate da Anteas-Rossano nel contesto del progetto Io non sono solo: dal servizio di accompagnamento assistito anche per i disabili con il supporto di operatori socio-sanitari, per finire alle attività di supporto domestico e di ritiro e consegna dei medicinali. Per richiedere il servizio, in forma del tutto gratuito, basterà rivolgersi al centro Anteas di viale Margherita, 188 contattando il centralino allo 0983.530116, i volontari Paolo (338.9394699) e Francesco (320.4886673), oppure aprendo una segnalazione sul sito internet di www.anteasrossano.it. ©CMPAGENCY

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up